G. Gasparini, Tempi e ritmi nella società del Duemila

Article publié le 9 décembre 2011

Pour citer cet article : , « G. Gasparini, Tempi e ritmi nella società del Duemila  », Rhuthmos, 9 décembre 2011 [en ligne]. http://rhuthmos.eu/spip.php?article476
Enregistrer au format PDF Version imprimable de cet article Version imprimable envoyer l'article par mail envoyer par mail

G. Gasparini, Tempi e ritmi nella società del Duemila, Milano, FrancoAngeli, 2009, 144 p.

- La problematica del tempo, che è stata « scoperta » con entusiasmo dai sociologi italiani ed europei attorno agli anni ’80 del Novecento, non ha ancora cessato di generare interesse, riflessioni e applicazioni ad ambiti della vita sociale che vanno dal lavoro al tempo libero, dalle problematiche delle donne a quelle degli anziani, dalla condizione urbana all’accelerazione indotta da internet e dai nuovi media. Questo volume, frutto di un lavoro ininterrotto sui tempi sociali che dura da oltre 25 anni, si offre al lettore con due caratteristiche specifiche. In primo luogo, date le dimensioni volutamente contenute e il taglio agile, non ha pretese di esaustività sull’inesauribile fenomeno del tempo : l’autore, senza trascurare riferimenti e citazioni essenziali, ha deciso di decantare e offrire il proprio personale contributo al dibattito in corso. In secondo luogo, non si limita a una trattazione dell’organizzazione sociale del tempo, ma allarga il discorso a problematiche trasversali e cruciali della modernità in cui il tempo entra ma non è il solo referente.


Il libro, concepito con la metafora della sinfonia musicale, contempla all’inizio (Ouverture) e in conclusione (Finale) i due termini-concetti ritenuti basilari per l’approccio adottato : non solo « tempo » ma anche « ritmo », affiancando a una rappresentazione statica una dinamica. Il nucleo del volume è rappresentato da quattro Movimenti dedicati alle risonanze della problematica della temporalità in altrettante issues : la globalizzazione con i fenomeni correlati fra cui quello dell’« agglutinamento », la velocità considerata in rapporto alla lentezza e all’accelerazione, la natura nelle sue relazioni con la cultura, i valori individuali e collettivi.

- Giovanni Gasparini, professore ordinario di Sociologia nell’Università Cattolica di Milano, ai rapporti tra tempo e società ha dedicato 5 volumi (l’ultimo dei quali, Tempo e vita quotidiana, edito da Laterza nel 2001), la voce « Tempo redatta » per l’Enciclopedia Treccani delle Scienze Sociali (2001) e oltre un centinaio di altre pubblicazioni scientifiche in Italia e all’estero. A partire dall’analisi dei tempi sociali « interstiziali » ha elaborato, dalla fine degli anni ’90, una « Sociologia degli interstizi » che rientra nell’alveo dell’analisi sociologica della vita quotidiana (Interstizi e universi paralleli, Apogeo 2007).

Suivre la vie du site RSS 2.0 | Plan du site | Espace privé | SPIP